Codice Etico

Trevisan-srl-logo-home
TREVISAN S.R.L: CODICE ETICO

 

Capitolo 1 - Principi Etici
1.1 Principi ispiratori dell’attività di TREVISAN S.r.l.
1.2 Il Codice Etico

Capitolo 2 - Principi generali
2.1 Rispetto delle leggi e della normativa
2.2 Imparzialità, onestà, integrità, lealtà
2.3 Rispetto e tutela della persona
2.4 Riservatezza
2.5 Conflitto di interessi
2.6 Concorrenza sleale
2.7 Corruzione
2.8 Ambiente

Capitolo 3 – Regole di condotta
3.1 Regole di condotta nei rapporti con i Collaboratori
3.1.1 Politiche di selezione dei Collaboratori
3.1.2 Trattamento dei Dipendenti
3.1.3 Salute e sicurezza del luogo di lavoro
3.1.4 Comportamento sul luogo di lavoro
3.1.5 Rispetto della normativa in materia di privacy
3.1.6 Doveri dei Collaboratori
3.1.7 Tutele nel rapporto di lavoro
3.2 Regole di condotta nei rapporti con i Partner e altri soggetti terzi
3.2.1 Concorrenza sleale
3.2.2 Omaggi e benefici
3.2.3 Scelta dei Partner
3.3 Regole di condotta nei rapporti con la Pubblica Amministrazione e altri soggetti rappresentativi di interessi collettivi
3.3.1 Rapporti con la Pubblica Amministrazione e con le organizzazioni politiche e sindacali

Capitolo 4 – Conflitto di interessi
4.1 Conflitto di interessi
4.2 Prevenzione del conflitto di interessi
4.3 Divieto di concorrenza

Capitolo 5 - Gestione delle informazioni
5.1 Obbligo di riservatezza
5.2 Trasparenza e veridicità dei dati informativi
5.3 Documenti e scritture contabili
5.4 Conservazione dei documenti

Capitolo 6 - Disposizioni di attuazione
6.1 Effettività del Codice Etico
6.2 Violazioni del Codice Etico
6.3 Aggiornamento del Codice Etico
1. Principi Etici

1.1 - Principi ispiratori dell’attività di TREVISAN
TREVISAN opera con integrità nel rispetto delle leggi e delle normative vigenti ma anche dei valori morali che sono considerati irrinunciabili da chi ha come scopo finale quello di agire sempre e comunque con equità, onestà, rispetto della dignità altrui, in assenza di qualsivoglia discriminazione delle persone basata sul sesso, sulle razze, sulle lingue, sulle condizioni personali e sul credo religioso e politico.

1.2 - Il Codice Etico
Nel presente Codice Etico sono contenuti i principi fondamentali a cui si ispira TREVISAN nella conduzione delle proprie attività aziendali. Questi principi costituiscono specificazioni esemplificative dei doveri e degli obblighi di diligenza, integrità, correttezza e lealtà che caratterizzano l’operato dell’Azienda, sia nei rapporti con i terzi sia nell’ambiente interno di lavoro. Per questa ragione, le disposizioni del Codice Etico sono importanti per tutti coloro che siano legati a TREVISAN da rapporti di partnership, di lavoro, sia subordinato - a qualsiasi livello - sia parasubordinato, o che, comunque, agiscano nell’interesse o in nome e per conto dell’Azienda, di seguito definiti “Collaboratori”. TREVISAN si impegna a portare a conoscenza di tutti i Collaboratori, con mezzi adeguati allo scopo, i principi contenuti nel presente Codice Etico. TREVISAN chiede, inoltre, ai soggetti terzi con cui opera di tenere una condotta in linea con quanto stabilito nel presente Codice Etico, impegnandosi a far conoscere e diffondere anche presso Clienti, Fornitori e terzi in genere il contenuto del Codice Etico.

2. Principi generali

2.1 - Rispetto delle leggi e della normativa
TREVISAN opera nel rispetto delle leggi e delle normative vigenti. I Collaboratori devono pertanto astenersi dal tenere condotte che violino leggi e regolamenti e nell’agire devono sempre considerare che è un dovere di tutti coloro che collaborano con TREVISAN comportarsi con integrità. I Collaboratori sono tenuti anche all’osservanza di tutte le procedure organizzative e gestionali interne applicate e delle loro implementazioni ad essi debitamente comunicate dall’Azienda.

2.2 – Imparzialità, onestà, integrità, lealtà
TREVISAN opera secondo il principio dell’imparzialità. È fatto divieto di adottare condotte che risultino o possano anche solo apparire discriminatorie nei confronti di altri soggetti.
TREVISAN tramite i propri Collaboratori conduce la propria attività con integrità ed in conformità alla migliore pratica esistente in tali campi, con particolare riguardo ai rapporti finanziari e alle trattative con soggetti terzi. Tutte le attività lavorative di quanti operano nell’interesse dell’Azienda devono essere svolte con onestà, integrità e lealtà, sia nei confronti dei terzi che nei confronti degli altri Collaboratori dell’Azienda

2.3 - Rispetto e tutela della persona
TREVISAN pone al centro della sua attività il rispetto della persona, garantisce l’integrità fisica e morale dei suoi Collaboratori, che devono essere liberi di agire secondo i principi ispiratori del presente Codice Etico. È proibita qualunque forma di pressione, violenza, minaccia per indurre le persone ad agire difformemente da quanto previsto dalla legge e dai principi contenuti nel Codice Etico. TREVISAN richiede ai propri Collaboratori che nelle relazioni con gli altri Collaboratori, così come nel trattare con i Partner si attengano alla più rigorosa correttezza professionale ed etica.
I Collaboratori sono inoltre considerati responsabili della performance e della reputazione di correttezza commerciale ed operativa dell’Azienda ed è loro espressamente e rigorosamente richiesto di astenersi da ogni comportamento che in tal senso possa risultare dannoso.

2.4 – Riservatezza
Tutte le informazioni relative a: (i) proprietà, (ii) Partner, (iii) strategie e programmi; (iv) organizzazione;(v) gestione ed operazioni finanziarie e/o (vi) comunque connesse all’attività di TREVISAN sono di proprietà esclusiva di quest’ultima. È fatto divieto di utilizzare informazioni riservate per ragioni diverse da quelle concernenti lo svolgimento del proprio lavoro. I Collaboratori devono comunque mantenere la riservatezza sui dati da loro appresi nell’ambito dell’attività lavorativa svolta per l’Azienda, la cui diffusione e comunicazione, fatte salve le norme legislative stabilite in materia, è consentita solo dietro espressa autorizzazione. I Collaboratori sono inoltre tenuti ad adottare ogni misura e/o cautela al fine di prevenire l’indebito utilizzo delle informazioni da parte di soggetti terzi.

2.5 - Conflitto di interessi
È fatto obbligo ai Collaboratori di evitare situazioni di concreto o anche solo potenziale conflitto di interessi. I Collaboratori devono parimenti evitare di trattare con soggetti che versino in conflitto di interesse rispetto alla parte in nome e per conto del quale agiscono, se tale situazione è loro nota.

2.6 – Concorrenza sleale
Nell’ambito di una linea di azione ispirata al rispetto dell’integrità dei comportamenti, TREVISAN ritiene che il valore della libera e leale concorrenza debba essere tutelato senza riserve. Per questa ragione, i Collaboratori di TREVISAN devono astenersi da condotte e comportamenti che possano essere qualificati in termini di concorrenza sleale.

2.7 – Corruzione
È vietato offrire o indurre a offrire denaro, doni o compensi di qualsiasi genere che possano ragionevolmente essere interpretati come eccedenti le normali pratiche di cortesia, esercitare illecite pressioni, promettere qualsiasi oggetto, servizio, prestazione o favore a pubblici ufficiali, incaricati di pubblico servizio, dirigenti, funzionari o dipendenti della Pubblica Amministrazione o di enti concessionari di pubblico servizio o a loro stretti parenti o conviventi, sia italiani sia di altri paesi. È severamente vietato presentare dichiarazioni non veritiere a organismi pubblici, nazionali o internazionali, al fine di conseguire erogazioni pubbliche, contributi o finanziamenti agevolati, oppure per conseguire concessioni, autorizzazioni, licenze o altri atti amministrativi. È vietato alterare il funzionamento di un sistema informatico o telematico della Pubblica Amministrazione o manipolare i dati in esso contenuti al fine di ottenere un ingiusto profitto.

2.8 – Ambiente
TREVISAN si impegna a perseguire la tutela dell'ambiente, avendo come obiettivo il miglioramento continuo dei propri processi e delle proprie prestazioni ambientali ed energetiche. A questo fine gli impegni perseguiti da TREVISAN includono:
• il rispetto della legislazione e della normativa nazionale nonché di quella comunitaria per quanto riguarda la performance ambientale dei sui processi produttivi;
• l'attuazione ed il potenziamento del Sistema di Gestione Ambientale;
• la prevenzione dei rischi di inquinamento e la riduzione degli impatti ambientali ed energetici dei processi produttivi;
• il perseguimento dell'innovazione delle tecnologie impiantistiche e tecniche atte a ridurre le influenze sull'ambiente;
• la diffusione di una cultura ambientale.
Ogni Dipendente, per le attività di propria competenza, è responsabile della corretta applicazione dei principi del Sistema di Gestione Ambientale e deve rispettate le leggi, la normativa, le procedure aziendali e le istruzioni impartite.

3. Regole di condotta

3.1 Regole di condotta nei rapporti con i Collaboratori

3.1.1 Politiche di selezione dei Collaboratori
La selezione dei Collaboratori viene effettuata esclusivamente sulla base delle competenze e delle capacità professionali dei candidati, avuto riguardo ai ruoli che, secondo le esigenze di TREVISAN, necessitano di idonea copertura. In quest’ottica, TREVISAN procede alla selezione dei Collaboratori nel pieno rispetto del principio delle pari opportunità, senza discriminazioni di alcun genere ed evitando qualsiasi forma di favoritismo o clientela nel rispetto della normativa applicabile vigente. Ciascun Collaboratore è tenuto a prendere cognizione delle procedure interne e dei protocolli esistenti in TREVISAN.

3.1.2 Trattamento dei Dipendenti
Nel rapporto di lavoro con i propri Dipendenti, TREVISAN predispone e si adopera per mantenere integre tutte le condizioni necessarie affinché le capacità e le competenze professionali di ciascuno possano costantemente arricchirsi ed evolvere in meglio. L’Azienda seleziona e distribuisce gli incarichi ai Dipendenti in base alle loro qualifiche e competenze, senza discriminazione alcuna tra gli stessi.

3.1.3 Salute e sicurezza del luogo di lavoro
TREVISAN si impegna a creare e mantenere un ambiente di lavoro che tuteli l’integrità fisica dei propri Collaboratori mediante l’osservanza della legislazione vigente in tema di sicurezza e rischi sul lavoro. A questo fine, TREVISAN effettua un costante monitoraggio sulle condizioni di sicurezza e salubrità del luogo di lavoro, realizzando gli opportuni interventi di natura tecnica e organizzativa che si dovessero rendere necessari per garantire le migliori condizioni di lavoro.

3.1.4 Comportamento sul luogo di lavoro
Conformemente ai principi etici che informano la sua attività, TREVISAN tutela l’integrità morale dei propri Collaboratori, garantendo condizioni di lavoro rispettose della dignità della persona. Per questa ragione TREVISAN:
• non tollera che sul luogo di lavoro siano tenuti comportamenti violenti, minacciosi, di prevaricazione psicologica o comunque lesivi dell’altrui sfera morale;
• non tollera che sul luogo di lavoro siano tenuti comportamenti di molestia sessuale, di qualunque grado, natura e gravità essi siano;
• non ammette che sul luogo di lavoro siano tenuti comportamenti offensivi dell’altrui dignità motivati da ragioni di razza, etnia, preferenze sessuali, età, fede religiosa, ceto sociale, opinioni politiche, stato di salute.

3.1.5 Rispetto della normativa in materia di privacy
TREVISAN si impegna a tutelare il rispetto della privacy in merito alle informazioni attinenti la sfera privata e le opinioni di ciascuno dei propri Collaboratori e, più in generale, di quanti interagiscono con l’Azienda. Il rispetto della privacy è garantito, oltre che dal rispetto dalla normativa vigente in materia, dal divieto di esercitare sui Collaboratori qualunque forma di controllo che possa essere ritenuta lesiva della persona. Le informazioni personali raccolte da TREVISAN sui Collaboratori per motivi attinenti l’attività aziendale non sono comunicabili o diffondibili senza il consenso dell’interessato, fatti salvi i casi previsti dalla normativa vigente in materia di Tutela dei Dati Personali.

3.1.6 Doveri dei Collaboratori
Ogni Collaboratore è tenuto a salvaguardare il patrimonio di TREVISAN da abusi e sprechi. I Dipendenti devono attenersi a quanto previsto dalle politiche di sicurezza aziendale, utilizzare la posta elettronica per fini strettamente aziendali, non usufruire della navigazione su internet per attività diverse da quelle aziendali e, comunque, non accedere per nessuna ragione a contenuti considerati osceni o poco ortodossi. Nessun Collaboratore può effettuare registrazioni fotografiche, video o audio presso TREVISAN salvo i casi in cui questo rientri nel normale svolgimento dell’attività lavorativa o previa autorizzazione. È consentito esclusivamente l’uso del software previamente autorizzato da TREVISAN. Non è, altresì, consentita l’utilizzazione di copie di software prive di licenza o illegali. La politica aziendale è ispirata al pieno rispetto del copyright altrui e all’utilizzazione del software concesso a TREVISAN in base ai termini e alle condizioni stabiliti nella licenza d’uso.

3.1.7 Tutele nel rapporto di lavoro
Tutte le attività di TREVISAN devono essere condotte nel rispetto dei diritti umani, della salute e della sicurezza delle persone e del benessere delle comunità locali in cui TREVISAN opera. Nessun dipendente di TREVISAN tollererà il lavoro infantile o, in ogni caso il lavoro forzato, discriminazioni di genere culturale, etnico o sessuale, maltrattamenti fisici, psicologici, sessuali o verbali. Gli orari di lavoro saranno determinati nel pieno rispetto della normativa e dei contratti collettivi vigenti ed in ogni caso nel rispetto di un giusto equilibrio tra ore di lavoro e tempo libero. Tutti i Dipendenti saranno liberi di esercitare il loro diritto di costituirsi o di associarsi in sindacati od altre organizzazioni per la contrattazione collettiva, così come di astenersi dall’associazione a tali organizzazioni.

3.2. Regole di condotta nei rapporti con i Partner e altri soggetti terzi

3.2.1 Concorrenza sleale
TREVISAN compete sul mercato in modo leale, rispettando le leggi antitrust e i regolamenti che hanno come scopo quello di favorire lo sviluppo della libera concorrenza. Ogni Collaboratore è quindi tenuto a osservare con il massimo scrupolo le regole in materia di concorrenza leale e antitrust

3.2.2 Omaggi e benefici
TREVISAN persegue i propri obiettivi aziendali esclusivamente attraverso la qualità dei servizi resi e la capacità imprenditoriale. In questo senso, l’Azienda non ammette che i Collaboratori offrano o ricevano a/da soggetti con cui intrattengono rapporti nell’ambito dell’attività lavorativa per conto di TREVISAN regali o omaggi che, per valore o per le circostanze del caso concreto in cui intervengono, possano anche solo originare il dubbio di essere finalizzati a distorcere la corretta pratica commerciale. È comunque sempre vietato fare omaggi a Dipendenti pubblici, pubblici ufficiali e incaricati di pubblico servizio. Il Collaboratore non può mai sfruttare la propria posizione professionale per acquisire dal Cliente o dal Fornitore benefici personali.

3.2.3 Scelta dei Partner
Nella scelta dei Partner, TREVISAN si ispira al principio del massimo vantaggio competitivo unitamente a quello della massima qualità, evitando qualsiasi forma di discriminazione e concedendo a ogni partner in possesso dei requisiti richiesti la possibilità di concorrere alla stipula di contratti con l’Azienda. TREVISAN si riserva di non intrattenere rapporti con Partner che nello svolgimento dell’attività dovessero adottare comportamenti non in linea con quelli previsti nel presente Modello.

3.3 Regole di condotta nei rapporti con la Pubblica Amministrazione e altri soggetti rappresentativi di interessi collettivi

3.3.1 Rapporti con la Pubblica Amministrazione e con le organizzazioni politiche e sindacali
I rapporti di lavoro intrattenuti dai Collaboratori di TREVISAN con soggetti appartenenti alla Pubblica Amministrazione devono essere improntati alla massima trasparenza e all’osservanza delle leggi, del Codice Etico, delle procedure interne e dei protocolli di TREVISAN. È vietato in ogni caso fare regali a pubblici Dipendenti o accettare omaggi dagli stessi. TREVISAN non può farsi rappresentare nei rapporti con la Pubblica Amministrazione da soggetti terzi che versino in conflitto di interessi. TREVISAN non favorisce né discrimina alcuna organizzazione politica o sindacale. TREVISAN non fornisce contributi economici né di altro genere, direttamente o indirettamente, a partiti, organizzazioni politiche, sindacati, né a loro rappresentanti.

4. Conflitto di interessi

4.1 Conflitto di interessi
Tutti i Collaboratori di TREVISAN devono evitare ogni situazione che possa determinare un conflitto di interessi rispetto all’Azienda. Un conflitto di interessi si verifica quando sussiste un interesse esterno che sia contrapposto, anche in minima parte, agli interessi di TREVISAN. I Collaboratori sono tenuti a non avere nessun interesse economico che possa risultare in conflitto con le loro mansioni e/o cariche nell’ambito dell’organizzazione di TREVISAN e a non ricercare alcun indebito vantaggio per sé o per altri mediante l’abuso dello svolgimento della suddetta posizione, l’offerta o l’accettazione di vantaggi anche tramite i o da parte dei membri della propria famiglia o di persone comunque ad essi collegate.

4.2 Prevenzione del conflitto di interessi
Al fine di prevenire situazioni di conflitto di interessi tutti i Collaboratori di TREVISAN sono tenuti a segnalare ai propri superiori l’esistenza di situazioni effettive o potenziali di conflitto di interessi.

4.3 Divieto di concorrenza
Non è consentito ai Dipendenti di TREVISAN assumere incarichi dirigenziali, Dipendenti o consensuali nell’interesse di Enti concorrenti, se non nei limiti stabiliti dalla normativa vigente e dalla contrattazione collettiva e individuale tra l’Azienda ed ogni singolo Dipendente.

5. Gestione delle informazioni

5.1 Obbligo di riservatezza
I Collaboratori di TREVISAN hanno l’obbligo di non utilizzare, diffondere o comunicare a terzi notizie, dati, informazioni relative alla Azienda, nonché a Clienti e Fornitori di TREVISAN, la cui cognizione è stata resa possibile o agevolata dalla attività lavorativa svolta nell’interesse dell’Azienda.

5.2 Trasparenza e veridicità dei dati informativi
I dati informativi di TREVISAN, siano essi funzionali ai rapporti interni all’Azienda, siano essi destinati all’esterno, devono essere veritieri, accurati, completi e chiari. In quest’ottica, la rilevazione e registrazione dei dati contabili deve avvenire in modo tempestivo ed essere supportata da idonea documentazione.

5.3 Documenti e scritture contabili
Le scritture contabili e la relativa documentazione di supporto devono accuratamente descrivere e riflettere la natura della operazione cui fanno riferimento. TREVISAN è tenuta a conformarsi alle regole e procedure contabili definite dalla normativa di settore. Pertanto nelle suddette scritture non devono essere riportate registrazioni false o che si rivelino comunque ingannevoli. Ai commercialisti della cui assistenza TREVISAN si avvale ed al cui controllo TREVISAN sottopone la propria attività, deve essere pertanto fornita piena ed integrale informazione.

5.4 Conservazione dei documenti
I documenti utilizzati nell’espletamento dell’attività nell’interesse di TREVISAN vanno conservati e archiviati. I Collaboratori di TREVISAN non devono mai distruggere o modificare arbitrariamente documenti utilizzati nell’attività lavorativa.

6. Disposizioni di attuazione

6.1 Diffusione ed effettività del Codice Etico
TREVISAN diffonderà il proprio Codice Etico, promuovendone la conoscenza di ogni sua parte tra tutti i Collaboratori e tra tutti coloro che collaborano con l’Azienda attraverso l’invio di apposita e-mail o pubblicazione sul sito www.trevisan.srl. I Collaboratori sono pertanto tenuti a conoscere il contenuto del Codice Etico, a chiedere informazioni in merito al suo contenuto in caso di dubbi interpretativi, a collaborare nella sua diffusione e attuazione, nonché a segnalare le eventuali carenze e violazioni del Codice Etico di cui siano venuti a conoscenza.
TREVISAN garantisce la piena effettività delle disposizioni contenute nel Codice Etico. A questo scopo, ove vengano segnalate o riscontrate possibili violazioni del Codice Etico, TREVISAN avvierà immediatamente le opportune verifiche e, in caso di riscontro positivo, le adeguate misure sanzionatorie.

6.2 Violazioni del Codice Etico
L’accertata violazione dei principi e delle regole contenute nel Codice Etico viene perseguita da TREVISAN in modo tempestivo e adeguato, con le idonee sanzioni del caso commisurate e proporzionali alla gravità della infrazione commessa. TREVISAN si riserva di non intrattenere rapporti con Collaboratori, Partner e terzi in genere che non intendano operare nel rigoroso rispetto della normativa vigente, e/o che rifiutino di comportarsi secondo i valori ed i principi previsti dal Codice Etico.

6.3 Aggiornamento del Codice Etico
TREVISAN cura l’aggiornamento periodico del presente Codice, al fine di garantirne la piena effettività e rispondenza alle concrete situazioni in cui si trovano ad operare i suoi Collaboratori.